Main partner:

Il brand smartclip torna protagonista in Italia ed Europa. Bronzino: «Rispondiamo ai nuovi bisogni dei broadcaster»

Obiettivo della società sarà fornire un centro di sviluppo ad-tech aperto e su misura per le necessità delle emittenti tv e dei fornitori dei servizi di streaming europei. Il Managing Director ci offre il suo punto di vista sul mercato

di Rosa Guerrieri
04 novembre 2019
giuseppe-bronzino-smartclip
Giuseppe Bronzino, Managing Director di smartclip Italia

Recentemente, RTL Group ha annunciato una revisione strategica del suo business ad-tech in Europa, che vedrà la separazione delle attività di smartclip e SpotX per soddisfare al meglio le esigenze dei diversi mercati televisivi statunitense ed europeo. Obiettivo della revisione, attiva in tutti i mercati del continente UK escluso, dunque anche in Italia, è la creazione di un centro di sviluppo ad-tech aperto, basato sulla tecnologia sviluppata da smartclip e tagliato sulle necessità dei broadcaster europei e dei servizi di streaming.

Giuseppe Bronzino, Managing Director smartclip Italia, ci fornisce la sua visione del mercato ad-tech televisivo, a partire da quello che significa, oggi, essere un broadcaster europeo.


L’Addressable TV si è evoluta, passando dall’essere una novità per pochi esperti, a formato pubblicitario di successo all’interno dei programmi della TV lineare, riuscendo a portare le capacità di trasmissione dati della pubblicità digitale nel mondo della televisione analogica. In un settore in cui informazioni e numeri costituiscono il valore più importante, i dati provenienti dalle trasmissioni televisive lineari sono diventati una parte sostanziale degli strumenti a disposizione delle emittenti e costituiranno un pilastro importante del pensiero strategico.

Un consumo dei media diverso

La digitalizzazione ha cambiato il comportamento dei consumatori, la produzione di contenuti, la distribuzione e le funzionalità di recommendation. La TV tradizionale è ora in diretta concorrenza con le offerte digitali. I broadcaster devono promuovere i propri ambienti brand safe, privi di frodi, e viewable, garantendo al tempo stesso un ambito d’azione più uniforme. Convincere gli inserzionisti europei a spostare i propri budget verso piattaforme più in linea con il mercato del nostro continente è la sfida dei prossimi anni, ma i dati del 2019 ci dicono che i formati addressable iniziano a diventare uno standard nel media mix.

Per questo RTL Group in Europa ha recentemente annunciato la separazione delle attività di smartclip e SpotX per soddisfare al meglio le esigenze dei diversi mercati televisivi statunitense ed europeo. Obiettivo dell’iniziativa è fornire un centro di sviluppo ad-tech aperto, su misura per le necessità dei broadcaster europei e dei fornitori dei servizi di streaming sotto il brand smartclip.

smartclip è da sempre all’avanguardia nello sviluppo tecnologico per i broadcaster in Europa, costituendo un ponte tra lineare e digitale. L’ad server di smartclip permette alle emittenti di agire come un player digitale mentre vengono serviti contenuti premium. Veloce, efficiente, mirata, la piattaforma permette agli advertiser di raggiungere i propri clienti in modo efficace non solo sullo schermo tradizionale di casa, ma su tutti i dispositivi.

Le sfide del settore

Le emittenti avranno bisogno di tecnologia pubblicitaria per vendere in maniera efficiente e unire il meglio della TV e del digitale in modo da essere competitivi con i GAFA (Google, Apple, Facebook, Amazon). Il rischio è di rimanere un passo indietro rispetto a quelle aziende che rendono il processo pubblicitario più efficace e conveniente per brand di qualsiasi grandezza. In questo scenario, i broadcaster possiedono ancora l’ambiente migliore per l’advertising e smartclip, con la sua tecnologia, expertise e i suoi team specializzati, si presta a supportare le stesse emittenti nel competere con le piattaforme sopracitate.

Oggi, i broadcaster ricavano dati e insight in modo granulare sull’uso e sul comportamento di visualizzazione dei canali televisivi lineari trasmessi via DTT, cavo o satellite. Il set-up di smartclip offre un ad stack completo e indipendente per analizzare i dati televisivi lineari, rendendoli al contempo disponibili per il targeting pubblicitario da parte dell’emittente televisiva lineare.

Inoltre, le proposte cross device si stanno traducendo in prodotti realizzabili, unici ed esclusivi per i broadcaster, e l’unicità della loro configurazione rende possibile lo storytelling su più piattaforme. Con l’Addressable TV cross device, è possibile distribuire annunci pubblicitari partendo dal tradizionale schermo TV per poi passare a tutti i dispositivi digitali, unendo la distribuzione degli annunci lineari a quelli non lineari. In una campagna di test effettuata in Germania, smartclip ha gestito una serie di annunci per O2 in un periodo di quattro settimane. Gli spettatori che avevano visto il tradizionale spot O2 sulla televisione lineare sono stati specificamente raggiunti con il formato pubblicitario di Addressable TV “Lanner”, e con ulteriori contatti su tutti i device connessi, come computer portatili, smartphone e tablet.

La pubblicità è sempre stata mirata, generando complesse raccolte e configurazioni di dati che sono diventate la base per le soluzioni di targeting individuale di oggi. Agenzie e inserzionisti richiedono reach netta ottimizzata, targeting accurato, reporting valido, inventario premium e processi efficienti. I formati video premium, dalla TV classica alle offerte video on demand, offrono ancora la massima portata e la migliore brand safety, poiché le normative per i contenuti televisivi sono molto più severe di quelle online. Comprensibilmente, l’industria pubblicitaria è entusiasta della crescita dell’ATV, riscontrandone i risultati positivi. L’Addressable TV è l’occasione per le emittenti europee di promuovere la trasformazione digitale. Questo sistema basato sul protocollo HbbTV consente ai broadcaster l’accesso in tempo reale ai dati di utilizzo dei programmi.

Questa sarà la rivoluzione che permetterà attraverso gli sviluppi futuri di rendere gli spot televisivi ancora più mirati ed efficaci sia per gli investitori, che per i broadcaster e infine per gli utenti.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.