Main partner:

La soluzione di IAS per la brand safety su YouTube è ora disponibile per tutti gli inserzionisti

La nuova offerta di Integral Ad Science aiuta a ridurre i rischi legati alla brand safety sulla piattaforma video di Google, combinando machine learning e controllo umano

di Simone Freddi
13 dicembre 2018
ias-integral-ad-science

Lo scorso anno, Integral Ad Science (IAS) e YouTube hanno stretto una partnership finalizzata a rispondere alla necessità di misurazioni esterne della brand safety sulla piattaforma video di Google. Dopo oltre un anno di test condotti in sette Paesi, con oltre 50 inserzionisti, la soluzione sviluppata da IAS esce dalla fase “beta” e diventa disponibile per tutti gli inserzionisti.

C’è dunque un’importante novità di prodotto per IAS, che solo pochi giorni fa ha ufficializzato la nomina del nuovo Ceo, la ex Yahoo Lisa Utzschneider.

La soluzione per la brand safety di IAS coniuga il machine learning e la revisione umana al fine di ricalibrare continuamente i modelli, piuttosto che basarsi esclusivamente su un algoritmo statico. L’utilizzo di questa tecnica consente a IAS di informare gli inserzionisti e YouTube di contenuti poco appropriati, offrendo la possibilità di smettere di monetizzare i contenuti e di ricalibrare al meglio le campagne per ridurre i rischi.

“Universal McCann e i nostri clienti hanno partecipato alla beta del programma di IAS per la brand safety su YouTube. Siamo entusiasti che la verifica della brand safety da parte di compagnie esterne sia ora disponibile per offrire a tutti gli inserzionisti un ulteriore livello di protezione su YouTube”, ha dichiarato Joshua Lowcock, Global Brand Safety Officer e EVP/US Chief Digital and Innovation Officer di UM.

Il programma di beta condoto da IAS e YouTube ha monitorato centinaia di campagne condotte in sette Paesi. Brand globali come Diageo, Bayer Health e Verizon hanno usufruito dei report di IAS allo scopo di adeguare la loro strategia di brand safety e ottenere risultati migliori nel posizionamento dei loro annunci su YouTube.

“Tutte le parti interessate del nostro settore devono lavorare sinergicamente per trovare una soluzione alle criticità della brand safety”, ha dichiarato Nick Morley, Managing Director EMEA di IAS. “La beta ha avuto grande successo, perché YouTube, IAS e i brand di rilievo coinvolti hanno instaurato un dialogo costruttivo al fine di creare una soluzione congiunta. Lavorando sinergicamente abbiamo creato un’offerta di brand safety di cui gli inserzionisti possano fidarsi per proteggere i loro investimenti YouTube“.

Ora che l’integrazione è disponibile per tutti i clienti di IAS, i modelli di machine learning sviluppati, assicura IAS, continueranno a essere perfezionati. Con l’assimilazione di una quantità sempre maggiore di dati, “arricchiti” dal feedback umano, i modelli IAS analizzeranno nuovi contenuti e impareranno a identificare video, ritenuti non sicuri, permettendo ai brand di poter prendere decisioni quasi in tempo reale per le loro campagne.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.