Main partner:

Programmatic: quanto costano servizi e tecnologie? IAB lancia il Fee Calculator

Uno strumento, a servizio di aziende, agenzie ed editori, che consente di conoscere i costi dei vari operatori della filiera e la loro quota percentuale sull’effettivo CPM

di Alessandra La Rosa
26 marzo 2016
programmatic-fee

Quanto costa comprare o vendere inventory in programmatic? E quanto dell’investimento totale va ai vari operatori della filiera? Due domande che certamente molte aziende ed editori in procinto di pianificare una campagna data-driven o vendere la propria inventory in maniera automatizzata si saranno posti.

Ma rispondere non sempre è facile, e spesso questa mancanza di trasparenza su dove vanno a finire i budget è stato motivo di freno da parte di advertiser e publisher nell’adozione del Programmatic.

Proprio per ovviare a questo problema, è rendere un pò più chiari i costi della pubblicità automatizzata, IAB ha realizzato il Programmatic Fee Transparency Calculator, un tool primo nel suo genere che aziende, agenzie ed editori possono usare per analizzare i costi di tecnologie e servizi comunemente usati nella realizzazione di una campagna in programmatic.

Alle aziende basterà caricare la cifra di investimenti per canale, e selezionare le tecnologie pubblicitarie che vengono applicate nel planning. Una volta inserite le informazioni, il calcolatore rilascerà un tabulato dei costi complessivi dei vari servizi e la loro quota percentuale sull’effettivo CPM. I servizi contemplati dal tool sono ad blocking, ad serving, campaign management, data/targeting, DMP technology, DSP technology, pre-bid evaluation e verification platform, ma l’utente potrà aggiungerne ulteriori.

Lo strumento può anche essere usato da quei publisher che vogliono sapere quanto costa vendere la propria inventory in programmatic. Qui i servizi contemplati sono ad serving, DMP technology e SSP technology, anche in questo caso customizzabili con ulteriori aggiunte.

«L’ecosistema del programmatic è vario, complesso e profondamente dinamico – commenta Joe Laszlo, Vice President, Industry Initiatives di IAB -. Fare chiarezza sui processi e gli intermerdiari è necessario se vogliamo far crescere ulteriormente questo mercato». Secondo l’associazione, infatti, questo strumento può realmente contribuire a migliorare la fiducia nel programmatic e far aumentare di conseguenza la spesa in questo settore.

Il Programmatic Fee Transparency Calculator è già attivo, ed è accessibile a questo link.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.