Main partner:

IAB Tech Lab annuncia nuove specifiche tecniche per l’OpenRTB

L’associazione ha annunciato nuovi strumenti per rendere più fluide e sicure le transazioni pubblicitarie nel mercato aperto, tra cui ads.cert, l’evoluzione di ads.txt

di Rosa Guerrieri
24 luglio 2018
iab-tech-lab

Lo standard OpenRTB di IAB Tech Lab è stato creato otto anni fa per dettare dei riferimenti nel dialogo tra piattaforme di acquisto e vendita pubblicitaria nel mercato aperto del programmatic. Oggi, l’associazione ha reso disponibili per i commenti pubblici le specifiche tecniche della sua versione 3.0, creata lo scorso settembre, ed ha ufficializzato nuove specifiche per la pubblicità in open market: una serie di novità volte a rendere il mercato più trasparente e sicuro e a proteggerlo in maniera più efficace dal fenomeno delle frodi.

Le novità per l’OpenRTB sono tre: ads.cert, AdCOM e l’API Ad Management, e introducono una nuova gamma di benefici per SSP, DSP, exchange, inserzionisti, venditori, editori e advertiser.

Ads.cert è l’evoluzione di ads.txt, ed è uno strumento anti-frode che autentifica le inventory attraverso l’utilizzo di informazioni crittografate. Il tool consente di creare una sorta di “firma di autenticità” applicabile a tutto il percorso di vendita di una inventory. Questa firma, crittografata, verrà poi sovrapposta a una “chiave” di cui i buyer verranno dotati per confermare la sorgente dello spazio pubblicitario. In ultima istanza, ads.cert consente ai buyer di riconoscere l’autenticità di una inventory premium venduta dai rivenditori autorizzati elencati nei file ads.txt.

AdCOM, che sta per Advertising Common Object Model, è invece un nuovo approccio modulare per standardizzare le componenti di una campagna transata in OpenRTB, a livello media, di posizionamento e di contesto.

L’API Ad Management, infine, è un’interfaccia volta a rendere più fluido il processo di approvazione delle creatività. L’Ad Management è quel processo che avviene quando un buyer sottomette le sue creatività alle piattaforme di vendita per riceverne approvazione. Normalmente, prima di questo nuovo standard IAB, tale processo veniva condotto attraverso metodi e strumenti proprietari.

Le nuove specifiche sono aperte ai commenti pubblici per i prossimi 60 giorni. Un periodo durante il quale ads.cert verrà sperimentato in beta da Sharethrough, SpotX, The Trade Desk e Rakuten, e l’intero OpenRTB 3.0 insieme alle tre nuove specifiche verrà testato da SpotX, Oath e Rakuten. In base ai feedback, il protocollo verrà reso disponibile per l’adozione da parte dell’intero mercato entro la fine dell’anno.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.