Main partner:

IAB: contro l'ad-blocking un ruolo più attivo e deciso degli editori

Lo IAB Tech Lab pubblica un nuovo white paper dedicato ai publisher, con una serie di comportamenti da adottare nei confronti degli utenti che utilizzano i filtri anti pubblicità

di Alessandra La Rosa
07 marzo 2016
Ad-Block

IAB torna sul tema dell’ad-blocking.

L’associazione, tramite il suo IAB Tech Lab, ha pubblicato oggi un nuovo whitepaper che, a cinque mesi di distanza dalle prime, gentili, proposte di soluzione al problema dei filtri anti adv, ritorna sulla questione con nuovi suggerimenti per i publisher.

In sostanza, l’associazione chiede agli editori di assumere un ruolo più deciso e attivo nel rapporto con gli utenti che utilizzano gli ad-blocker, attraverso una serie di proposte sintetizzabili nell’acronimo DEAL, che sta per Detect, Explain, Ask e Lift of Limit (ossia Individua, Spiega, Chiedi e Solleva o Limita).

Leggi l’articolo completo su Engage.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.