Main partner:

Header Bidding: l’alternativa di Google è ora disponibile in tutto il mondo

Big G ufficializza il lancio globale del suo strumento Exchange Bidding. Attualmente disponibile per ambienti web e in-app, la sua portata verrà estesa nei prossimi mesi

di Alessandra La Rosa
04 aprile 2018
google-data

Dopo una lunga fase di test, Exchange Bidding, l’alternativa di Google all’header bidding, è ora ufficialmente disponibile per tutti i clienti di DoubleClick for Publishers (DFP) a livello globale.

Ad annunciarlo è la stessa Google in un blog post, comunicando anche l’ampliamento del numero di partner della soluzione, che includono Index Exchange, OpenX, RhythmOne e Rubicon Project (qui la lista completa delle società).

Exchange Bidding consente agli editori che vogliono monetizzare i loro spazi pubblicitari di mettere in competizione diversi exchange tra loro insieme a DoubleClick Ad Exchange in un’asta unificata. La soluzione, un tool plug-and-play facile da installare, si basa su connessioni server-to-server, che essendo più veloci consentono di ridurre la latenza e migliorare la viewability degli annunci.

Altro suo punto forte sottolineato nel blog post è la reportistica. Grazie a una serie di nuove funzionalità ufficializzate proprio in occasione del lancio, lo strumento riesce infatti a fornire agli editori una visione olistica e trasparente delle performance di ogni partner pubblicitario.

Attualmente il prodotto è utilizzabile su web desktop e mobile e su ambiente in-app iOS, Android e Interstitial, ma il prossimo obiettivo sarà quello di estendere la sua portata. A tal proposito Google sta già lavorando per rendere Exchange Bidding compatibile con altri formati, come quelli video, e tipologie di transazione, come i deal in programmatic. Questi nuovi sviluppi sono attualmente in fase di alpha test chiuso, e saranno portati in beta test nel corso dei prossimi mesi.

Exchange Bidding è stato inizialmente annunciato circa due anni fa, per poi passare alla fase di beta test un anno dopo. Recentemente uno studio di OpenX – uno dei partner della soluzione – ha misurato le performance dello strumento, rivelando tra gli editori che lo hanno utilizzato sulla sua piattaforma un aumento medio dei ricavi del 48% in 12 mesi.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.