Main partner:

Google punta su 3D e interattività con due nuovi formati su Display & Video 360

La società ha iniziato a testare due novità sulla sua DSP: un prodotto che sfrutta la tridimensionalità e una soluzione live stream

di Rosa Guerrieri
19 giugno 2019
google-data

Google ha iniziato a testare sulla sua DSP Display & Video 360 due nuovi formati pubblicitari display interattivi e rich media.

Il primo si chiama Swirl e utilizza il 3D per rendere il messagio pubblicitario più accattivante e interattivo su mobile web. L’utente potrà infatti ruotare un oggetto in 3D e zoomarlo all’interno dell’annuncio. Tra i primi brand che stanno testando questo formato c’è Guerlain.

La creazione di questo tipo di campagne sfrutta Poly, la piattaforma 3D di Google, che grazie a un nuovo editor il cui lancio è previsto questa estate consentirà ai brand di costruire e modificare asset tridimensionali per i loro annunci.

L’altra soluzione è un formato live stream, che consente agli inserzionisti di estendere la reach della trasmissione live di contenuti brandizzati da YouTube a posizionamenti native display, grazie a un nuovo template in Google Web Designer. Il formato presenterà i classici pulsanti di YouTube per la riproduzione, la messa in pausa e la condivisione.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.