Main partner:

Frodi su mobile app: quest’anno andranno persi 100 milioni di dollari

Lo ha stimato la società specializzata in attribution analytics AppsFlyer, in un suo report dedicato al fenomeno. La cifra è relativa alle frodi provenienti sia dal download di applicazioni che da impression pubblicitarie

di Alessandra La Rosa
23 settembre 2016
Mobile_generica

Cento milioni di dollari. E’ quanto si perderà quest’anno attraverso le frodi in ambiente mobile app.

Lo ha stimato AppsFlyer, piattaforma specializzata in attribution analytics su mobile, in un suo report dedicato al fenomeno. La cifra è relativa alle frodi provenienti sia dal download fake di app che da finte impression pubblicitarie.

Lo studio, inoltre, ha fornito anche un quadro geografico del trend delle frodi mobile: il Paese più bersagliato in termini assoluti sono gli Stati Uniti, ma se si fa una proporzione con il numero di abitanti, l’incidenza più alta di app fraud è segnata in Germania, Australia e Cina, seguiti da Canada, UK, Stati Uniti, Russia e Francia.

Nonostante l’alto utilizzo di mobile e applicazioni, Paesi come India, Brasile e Indonesia sono invece meno colpiti, in quanto il ritorno economico dalle truffe in questi Paesi è più basso che in altri.

Per combattere il fenomeno, AppsFlyer ha recentemente lanciato DeviceRank: un prodotto che, attraverso un approccio simile a quello delle agenzie di rating, calcola la possibilità che un device sia soggetto ad attività fraudolente, escludendolo automaticamente dai conteggi di attribuzione.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette