Main partner:

Facebook testa l’espansione di Audience Network sui siti mobile

Menlo Park punta a mettere in discussione il dominio di Google come intermediario di pubblicità per gli editori sui siti web. Avviata una fase “beta” con 10 editori

di Simone Freddi
12 gennaio 2016
Facebook-logo

Facebook, sin dal lancio di Audience Network nel 2014, ha limitato lo sviluppo del proprio mobile ad network agli annunci in-app, lasciando a Google il dominio della pubblicità sul web. Ma qualcosa potrebbe presto cambiare.

Secondo Adexchanger, da circa un mese Menlo Park ha avviato dei test con una decina di publisher, in cui Facebook Audience Network viene utilizzato per gestire annunci sulle pagine web delle versioni mobile dei siti. Tra gli editori coinvolti c’è Diply, noto servizio di social news nato sulla scia del successo di BuzzFeed.

L’allargamento verso il web offrirebbe una grossa opportunità di crescita per il business di Facebook Audience Network, che ha generato un giro d’affari di 1 miliardo di dollari nell’ultimo trimestre (condiviso da Facebook con gli editori di App che già utilizzano il sistema).

Questa operazione punterebbe a rendere Facebook Audience Network un’alternativa ad AdSense di Google sui siti mobile, per poi puntare anche al desktop: Facebook ha, infatti, “in pancia” oltre 2 milioni di inserzionisti attivi (Big G aveva superato il miliardo nel 2007, per poi smettere di fornire questo dato) a cui i publisher potrebbero attingere tramite l’Audience Network, partecipando di fatto alla grande torta dei budget social delle aziende.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette