Main partner:

Facebook punta sull’automotive con le nuove Auto Inventory Ads

La soluzione, evoluzione di un formato già esistente, consente ora alle concessionarie di targettizzare gli utenti non solo in retargeting ma anche sulla base delle loro ricerche online. E’ disponibile a livello globale

di Alessandra La Rosa
25 gennaio 2019
facebook

Era fine 2017 quando Facebook lanciava sul mercato le inserzioni dinamiche per il settore automotive, una funzionalità che consentiva ad aziende del settore e concessionarie di sfruttare il loro catalogo di veicoli con dettagli come marca, modello e anno, per lanciare campagne. Adesso questo prodotto cambia nome, e aggiunge nuove capacità di targeting.

La soluzione è stata ribrandizzata come “inventory ads per il settore automotive” (“auto inventory ads”), e consentirà adesso alle concessionarie di targettizzare gli utenti non più solo in modalità retargeting (le persone che hanno visitato il loro sito web o utilizzato la loro app) ma anche sulla base delle loro ricerche online, laddove hanno espresso interesse per l’acquisto di un veicolo.

Facebok spiega il funzionamento della soluzione in un blog post: “Ipotizziamo che qualcuno stia facendo ricerche e stia confrontando auto su siti diversi, di produttori e concessionarie. Le Automotive Inventory Ads consentono alle concessionarie di caricare il proprio catalogo con dettagli di marca, modello, anno di immatricolazione e luogo. Vengono poi generate automaticamente inserzioni personalizzate che mostrano i veicoli più rilevanti al pubblico che ha manifestato maggior interesse, ad esempio alle persone che hanno visitato la Pagina Facebook di un produttore, ma non hanno ancora visto il sito web della concessionaria. Tutte le informazioni che utilizziamo sono anonime e aggregate e vengono incrociate con milioni di altri segnali prima di essere utilizzate dal nostro sistema di ottimizzazione”.

facebook-auto-inventory-ads

Il formato ha già ottenuto interessanti risultati in fase di test. “La Concessionaria Lexus di Santa Monica le ha utilizzate per raggiungere acquirenti locali, ottenendo 3,2 volte più visualizzazioni della pagina con i dettagli del veicolo (VDP) con un costo per visualizzazione 3 volte più basso rispetto a precedenti campagne rivolte a potenziali clienti, realizzate con lo stesso budget. Un’altra concessionaria, la Chevrolet di Castle, ha visto aumentare del 27% la reach utilizzando questa nuova soluzione, rispetto a una campagna di conversione di potenziali clienti effettuata in precedenza con una un’audience simile”, spiega Facebook sul blog.

Gli utenti potranno scegliere di non visualizzare le Automotive Inventory Ads, cliccando sull’angolo in alto a destra di un annuncio. “Come per tutte le pubblicità su Facebook, anche gli inserzionisti del settore automotive possono raggiungere i clienti senza conoscere le loro informazioni personali”, precisa il social.

Le auto inventory ads sono disponibili dal 25 gennaio a livello globale, e possono essere utilizzate su Facebook, Instagram e l’Audience Network.

Intanto la società ha annunciato anche un nuovo passo avanti nell’impegno per assicurare la brand safety sulle sue property, aprendo la misurazione di tale parametro per la prima volta a società esterne.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.

Le più lette

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial