Main partner:

Misurazioni su Facebook: le aziende vogliono verifiche indipendenti

Secondo una ricerca, la questione degli errori nella reportistica del social ha portato alla volontà, da parte dei brand, di effettuari controlli esterni sui dati. E ad un eventuale ripensamento degli investimenti sulla piattaforma

di Alessandra La Rosa
23 gennaio 2017
facebook-misurazioni

Il 40% dei brand ha intenzione di condurre delle verifiche indipendenti sulle metriche di Facebook riguardo la reach della sua audience e l’erogazione delle sue campagne.

Lo rivela una ricerca internazionale, riportata da AdAge. Il dato arriva in risposta alla recente questione della divulgazione, da parte di Facebook, di dati non corretti sulle performance di post e annunci pubblicitari forniti attraverso i suoi sistemi di reportistica.

Lo studio, condotto dall’istituto di ricerca americano Advertiser Perceptions ha coinvolto 399 manager appartenenti ad alcune delle aziende e agenzie top spender, rivelando come la questione delle misurazioni su Facebook abbia prodotto una sensibile riduzione della fiducia nei confronti della pubblicità sui social media in generale, ora al di sotto del 50%.

Circa la metà delle aziende ha rivelato che non investirà su piattaforme considerate rischiose, e due terzi hanno dichiarato di stare mettendo in discussione i propri budget su Facebook. Secondo quanto rivela lo studio, infatti, solo l’8% delle aziende quest’anno spenderà di più su Facebook che su Google, mentre il 36% farà il contrario.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette