Main partner:

Cosa rende perfetta una pubblicità su mobile?

Secondo una ricerca, gli utenti preferiscono che l’annuncio possa essere salvato e recuperabile in un secondo momento, che sia affidabile, che offra promozioni dirette e, solo al quarto posto, che sia rilevante

di Alessandra La Rosa
12 ottobre 2016
giovani-mobile

Essere condivisibile o rilevante? Interattiva o affidabile? Quali caratteristiche rendono un annuncio mobile “perfetto” per i consumatori?

La piattaforma di pubblicità mobile Verve Mobile lo ha chiesto a 3000 millennial americani e i risultati, riportati dalla testata eMarketer, sono stati a tratti sorprendenti.

Secondo lo studio di Verve Mobile, al primo posto delle preferenze, infatti, c’è la caratteristica “può essere salvata e recuperabile in un secondo momento”, segnalata dal 46% degli intervistati. Il che implica che in assoluto la pubblicità su smartphone e tablet non è considerata negativamente, ma è anzi reputata interessante se non appare nel momento sbagliato.

Segue l’affidabilità: secondo il 45% un annuncio mobile deve essere “fornito da una fonte affidabile con un sigillo di approvazione di sicurezza”. Poi, scelta dal 40% dei rispondenti, deve “aggiungere un coupon o un’offerta al mobile wallet dell’utente”, dunque fornire promozioni dirette e subito spendibili al consumatore. Solo al quarto posto arrivano le prime caratteristiche di “customizzazione” dell’annuncio: “deve essere personalizzato in base ai prodotti che l’utente vuole comprare”, scelto dal 39%. Poi “è facilmente condivisibile”, 34%, a pari merito con “fornisce informazioni sulla disponibilità dei prodotti e sulla localizzazione dei negozi”; e infine “concsente di acquistare direttamente dall’annuncio”, 33%, “ha caratteristiche interattive o che catturano l’attenzione”, 24%, ed “è rilevante in termini di prossimità e localizzazione”, 23%.

 

emarketer-millennial-mobile

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette