Main partner:

Carmine Laltrelli, Italiaonline: «Gli editori stanno cambiando pelle»

Secondo il Responsabile Programmatic Advertising Large Account, i publisher stanno lavorando molto sul fronte ad tech, ma ci sono aree su cui si può ancora migliorare, come la qualità di tipo tecnologico

Cosimo Vestito
20 aprile 2017
Laltrelli-italiaonline-programmatic-day

Se le aziende sono ormai pronte ad utilizzare il Programmatic, gli editori stanno ancora lavorando per abbracciare al meglio le potenzialità della pubblicità automatizzata. E’ quello che ci ha detto Carmine Laltrelli, Responsabile Programmatic Advertising nella business unit Large Account di Italiaonline, in occasione di un’intervista a margine del Programmatic Day.

«Gli editori stanno cambiando pelle, ad esempio stanno lavorando molto sulla brand safety, proteggendo i contenuti e gli ambienti dove si trovano gli utenti. Questi sono segnali molto positivi», ma ci sono aree su cui i publisher possono ancora migliorare, come la qualità di tipo tecnologico, «ossia fare siti sempre più veloci e facili da leggere, quindi lavorare sia sull’usabilità che sull’accessibilità».

Italiaonline è da sempre sul mercato programmatico. «Tutto il nostro bacino è disponibile sia in garantito che in private deal. Attualmente stiamo lavorando anche su prodotti di tipo speciale».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette