Main partner:

Hearst lancia Buzzing, la soluzione che dice agli inserzionisti quali sono i contenuti più popolari

Le aziende potranno poi targettizzare le audience interessate a quel tipo di contenuti, o, tramite DoubleClick for Publishers, partecipare ad aste sui trending topic in tempo reale

di Alessandra La Rosa
25 giugno 2016
hearst

Conoscere quali sono i contenuti più letti e condivisi tra le property di un editore può essere una informazione molto utile per le aziende che intendono targettizzare un determinato tipo di audience. E da oggi gli inserzionisti di Hearst avranno questa possibilità.

Il gruppo editoriale americano, compiendo un nuovo passo verso la pubblicità data-driven, ha infatti lanciato Buzzing@Hearst, un servizio, integrato nella sua piattaforma di distribuzione dei contenuti MediaOS, che traccia il livello di engagement dei contenuti su tutte le property digitali dell’editore, inclusi siti di giornali, magazine e canali tv. La soluzione misura l’engagement di ogni articolo pubblicato utilizzando centinaia di segnali, aggiornati ogni 90 secondi, e poi in base ai risultati assegna un Buzzing Score da 1 a 20 per ogni contenuto.

Lo strumento è aperto agli inserzionisti, e consente loro, di fatto, di allinearsi con i contenuti più popolari, avendo a disposizione informazioni in real time su quello che la gente legge, guarda o condivide sui social. Le aziende possono poi utilizzare la piattaforma di vendita pubblicitaria in programmatic di Hearst per targettizzare le audience interessate a questo tipo di contenuti.

La soluzione è anche collegata a DoubleClick for Publishers, consentendo agli advertiser di partecipare ad aste sui trending topic di quel momento in tempo reale.

Lungi dall’essere utile solo ai brand, Buzzing@Hearst ha anche un risvolto editoriale: i direttori delle testate del gruppo possono infatti utilizzare le informazioni di Buzzing per identificare i contenuti più seguiti sui loro e sugli altri siti del gruppo, in modo da sviluppare contenuti che siano popolari e rilevanti per le loro testate.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette