Main partner:

Business diversificati o poche (grosse) fonti di ricavi? Ecco come si muovono i 5 big della tecnologia

Quali sono le principali sorgenti di revenue di Alphabet, Facebook, Amazon, Apple e Microsoft? La risposta in una chart, che evidenzia strategie molto diverse tra loro

di Alessandra La Rosa
30 maggio 2017
martech

Se si dovessero menzionare le 5 aziende che più di tutte tengono le fila del mondo della tecnologia consumer oggi, queste sarebbero senza dubbio Alphabet, Apple, Facebook, Amazon e Microsoft. Oggi buona parte della nostra vita quotidiana “tech” ruota attorno a loro e tutto lascia intendere che anche nell’immediato futuro sarà così.

Si tratta, naturalmente, di aziende molto diverse tra loro, con focus e origini diverse: Apple e Microsoft più storicamente legate alla parte hardware/software, Amazon all’ecommerce, Alphabet e Facebook ai servizi digitali. Società con storie diverse e sviluppi diversi, che tuttavia mostrano di avere tutte dei modelli di business efficaci, come dimostra una recente chart sviluppata da Visual Capitalist.

La società ha indagato le principali fonti di revenue delle cinque società, evidenziando che Alphabet e Facebook guadagnano soprattutto dalla pubblicità, Apple dalla vendita di hardware, Microsoft da quella di software, e Amazon dall’online retail. Ma, al di là di queste, peraltro prevedibili, scoperte, l’indagine di Visual Capitalist ha messo in luce un interessante aspetto, riconducibile a una fondamentale domanda: meglio un modello di business “differenziato” o uno concentrato su poche (grosse) fonti di ricavi?

5-tech-company-revenue

Come si può evincere dalla chart, infatti, se Alphabet e Facebook sono le uniche ad avere un sistema estremamente concentrato su una fonte di ricavi (la pubblicità), tutti gli altri hanno modelli più diversificati, con Microsoft ad avere in assoluto il business più diversificato. Una varietà, tra Windows, Xbox, Surface, Office, i servizi cloud Azure e, ovviamente, la pubblicità, che negli anni le ha permesso di fronteggiare il declino del mercato PC e l’avanzata di altri importanti competitor sul fronte hardware e software.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.