Main partner:

Baidu investe oltre 20 milioni nel content recommendation di Taboola

Continua l’espansione internazionale di Taboola. Grazie a una collaborazione attiva con il “Google cinese”, i suoi servizi arriveranno presto anche nel Paese del Dragone

di Alessandra La Rosa
18 maggio 2015
taboola

Baidu punta a un nuovo settore, quello del content-recommendation. E per farlo ha scelto un importante partner, Taboola.

Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, infatti, il colosso di internet ha compiuto un investimento strategico sulla piattaforma di content recommendation, con un finanziamento tra i 20 e i 30 milioni di dollari.

Con oltre 200 milioni di dollari di revenue annuali, Taboola, di base a New York, è uno dei player dominanti nel mondo del content recommendation, insieme ad Outbrain, fondata in Israele e anch’essa con headquarter nella Grande Mela. Una competizione alla quale si stanno aggiungendo nuovi altri player, inclusi i “grandi” Yahoo, AOL e Google, che solo un mese fa ha introdotto il suo personale widget di content-recommendation “Matched Content”.

Il widget di Taboola contiene link a contenuti sponsorizzati e non sponsorizzati sui siti dei publisher, dove vengono di solito posizionati in fondo alle pagine degli articoli. Tra gli editori che utilizzano lo strumento ci sono USA Today, NBC News, Business Insider, The Chicago Tribune, Fox Sports e The Weather Channel.

Taboola può contare su una presenza molto forte negli Stati Uniti, ma recentemente ha cominciato a guardare oltre i suoi confini nazionali: l’anno scorso ha avviato una partnership con Yahoo Japan per espandersi in Giappone, ed ha impresso una forte accelerata anche nel mercato israeliano, patria del suo principale competitor Outbrain.

Adesso, a quanto pare, il suo prossimo obiettivo è Pechino, complice una collaborazione con un player di internet che non è esattamente l’ultimo arrivato: Baidu infatti è il più grande motore di ricerca cinese e uno dei cinque più grandi del mondo. Il player collaborerà in maniera attiva per espandere la portata di Taboola e per portare i suoi servizi anche nel Paese del Dragone.

«Impiegheremo molto tempo con Baidu per scoprire qual è il modo migliore di approcciare il mercato cinese, e per individuare i bisogni degli editori del Paese», ha dichiarato Adam Singolda, chief executive di Taboola.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette