Main partner:

AOL: 300 milioni di dollari per acquisire Millennial Media

La compagnia guidata da Tim Armstrong (nella foto), forte anche dei dati di Verizon, vuole rafforzarsi nell’area del mobile programmatic

di Simone Freddi
10 luglio 2015
armstrong AOL
Tim Armstrong

Secondo varie testate internazionali, tra cui TechCrunchAOL avrebbe avviato delle trattative per l’acquisizione di Millennial Media, una tra le maggiori società internazionali specializzate in pubblicità mobile. Sul piatto, la società guidata da Tim Armstrong avrebbe messo qualcosa come 300 milioni di dollari.

AOL, recentemente acquisita da Verizon Communications per 4,4 miliardi di dollari, solo alcuni giorni fa ha siglato un accordo con Microsoft che la rende, di fatto, concessionaria globale per la pubblicità display sui siti, le applicazioni e i servizi online della società guidata da Satya Nadella. L’eventuale chiusura di questa nuova operazione le consentirebbe quindi di compiere un’altro passo in avanti nel mercato pubblicitario globale nel suo segmento più promettente: il mobile.

Millennial Media, quotata a Wall Street dal 2012, fu fondata sulla scommessa che il mercato della pubblicità display su mobile sarebbe diventato rapidamente redditizio. Negli ultimi tempi però la società ha fortemente diversificato la propria offerta, scommettendo sull’in-app adv e soprattutto sul programmatic, settore che anche AOL ha messo al centro della propria rinascita con la piattaforma di programmatic adv multicanale One by Aol, costruita a suon di acquisizioni, di cui proprio il mobile costituisce l’anello debole, come osserva il Wall Street Journal.

AOL, inoltre, potrebbe incrociare i dati sugli abbonati ai servizi smartphone di Verizon con l’inventory di Millennial Media sui loro telefonini. Un incrocio ad alto potenziale, in termini di targeting per inviare pubblicità mirata.

L’articolo completo è su Engage.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette