Main partner:

Amazon, progetti in vista sul fronte ad tech?

La società è l’unica Big di Internet a non essere ancora scesa in campo sul fronte dell’advertising tecnologico, fa notare il Wall Street Journal in un suo articolo. Ma alcuni indizi lasciano supporre che qualcosa stia bollendo in pentola

di Alessandra La Rosa
10 ottobre 2016
amazon

Nell’arena dell’advertising tecnologico c’è ancora una big che non è scesa in campo. Stiamo parlando di Amazon.

Un colosso dotato di una cospicua mole di dati potenzialmente utilizzabili a fini di marketing, che però non ha ancora lasciato intendere quali siano le sue ambizioni a lungo termine in chiave ad tech. Anche se alcuni indizi, come nota adexchanger, lasciano supporre che qualcosa si stia muovendo sotto la superficie, come il gran numero di posizioni aperte sotto la voce Ad Platforms e i recenti rumor sulla sperimentazione di modi per legare insieme le varie property della società in un’unica offerta full-funnel e completa.

Ma per quanto ancora non ci sia niente di ufficiale, “è facile immaginare che l’azienda possa puntare a grosse e potenzialmente redditizie fette del mercato pubblicitario“, scrive Mike Shields sul Wall Street Journal. Attualmente il business pubblicitario di Amazon, riporta la testata, è stato più che altro focalizzato sulle vendite online, con la targettizzazione di campagne sui siti vari della rete: sfruttando i dati di shopping a sua disposizione, la società può ad esempio aiutare le aziende a targettizzare gli utenti che hanno recentemente cercato prodotti di abbigliamento maschile. La società vende anche pubblicità search su Amazon.com e ha una soluzione di header bidding per la pubblicità automatizzata.

Le aree di potenziale sviluppo pubblicitario di Amazon potrebbero essere svariate, recita ancora l’articolo del Wall Street Journal, e potrebbero per esempio comprendere la search su mobile: un’area meno presidiata da Google della search su desktop, e su cui Amazon potrebbe far valere la possibilità di seguire gli utenti su vari device. Oppure potrebbe espandere il proprio network pubblicitario, dichiarando guerra a Facebook Audience Network. O ancora focalizzarsi sulla pubblicità sulle connected TV, un’area delle potenzialità ancora non pienamente esplorate.

In entrambi i casi, sarebbe importante per Amazon dotarsi di una piattaforma pubblicitaria. Ma ciò che sarà è ancora tutto da vedere, e nel frattempo la società sta portando avanti ben altri progetti, dalla produzione di contenuti televisivi all’utilizzo dei droni per la consegna degli ordini.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Programmatic Italia e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Engage.it

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Programmatic Italia una nostra newsletter bisettimanale e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.