Main partner:

ADmantX: arrivano nuovi fondi per il potenziamento dell'offerta e della rete commerciale

La società ha ottenuto un aumento di capitale di oltre 2 milioni di euro. Il ceo Giovanni Strocchi: «Ci consentiranno di investire maggiormente nel potenziamento dei nostri nuovi servizi»

di Alessandra La Rosa
16 settembre 2015
ADmantX-logo

ADmantX cresce.

L’azienda italiana specializzata in pubblicità semantica online ha annunciato di aver ottenuto un aumento di capitale di oltre 2 milioni di euro, che servirà a far fronte alla crescente richiesta di soluzioni intelligenti per l’advertising online e ad accelerare la nuova fase di crescita dell’azienda.

“ADmantX, nata come spin-off di Expert System nel 2010, controllata al 60,7% da Expert System (pre aucap al 69,4%), al 18,1% da Atlante Ventures Mezzogiorno (pre aucap al 20,7%) e al 21,2% da investitori privati (pre aucap al 9,9%), ha effettuato l’operazione dell’aumento di capitale con una valutazione pre-money pari a 15 milioni di euro”, si legge su una nota ufficiale. “I fondi, raccolti e sottoscritti dai nuovi soci (pari al 12,6%), saranno destinati anche al potenziamento della rete commerciale per consolidare il posizionamento nei mercati internazionali, in particolare UK, Nord Europa e USA, in cui l’azienda è già presente ed opera con clienti del calibro di NBC Universal, Financial Times, WPP, Amnet, Integral Ad Science, e attraverso partnership strategiche con le principali piattaforme di programmatic advertising (Turn, Adform, AppNexus, Rubicon Project)”.

«Sono molto grato della fiducia che ci è stata accordata da nuovi e attuali investitori – commenta il ceo della società Giovanni Strocchi – e soddisfatto di questo aumento di capitale a riconoscimento della nostra strategia di sviluppo e del successo finora ottenuto. I nuovi fondi ci supporteranno nel percorso di crescita che abbiamo avviato a livello globale con l’espansione della rete di clienti internazionali e il miglioramento continuo della nostra offerta. Ci consentiranno inoltre di investire maggiormente nel potenziamento dei nostri nuovi servizi, a partire dal first party advanced profiling, la soluzione per lo sviluppo di profili di interesse, basati sulla combinazione della nostra capacità unica di comprendere i contenuti visitati online dagli utenti e avanzati modelli matematico-statistici di Artificial Inteligence e deep learning».

Il 2015 è stato finora un anno di importanti progetti per la società, che in questi mesi ha proseguito nell’ampliamento della sua presenza commerciale e nello sviluppo dell’offerta.

In particolare, sono state consolidate le partnership tecnologiche, con particolare riferimento all’ambiente programmatico, dove, grazie alla copertura di 21 lingue, l’offerta è stata estesa in Nord ed Est Europa e lanciata in Asia e America Latina.

L’azienda ha inoltre avviato l’ottimizzazione dei suoi prodotti di punta, a partire dall’advanced contextual targeting, con lo sviluppo di un set di categorie pronte all’uso, dettagliate sulle caratteristiche particolari di 65 specifici prodotti identificati nei principali settori di mercato (dai servizi bancari e assicurativi alla telefonia, dalla moda ai prodotti farmaceutici, alla telefonia, ai viaggi, ecc.). In più sono stati introdotti nuovi servizi, per semplificare la pianificazione di campagne stagionali (eventi sportivi, festività, musica, ricorrenze speciali come Black Friday, Back to School, ecc.). È stata infine ampliata l’offerta legata all’intelligent brand safety attraverso lo sviluppo di specifici segmenti di sicurezza, studiati per i diversi settori di mercato, e con l’introduzione di un servizio per evitare il posizionamento dei brand in siti di streaming e downloading illegali.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette