Main partner:

Turbo

Turbo è il primo trading desk indipendente italiano, nato per offrire a brand ed agenzie i migliori servizi e le migliori performance nelle attività di Programmatic e Real Time Bidding advertising.

Turbo opera attraverso un modello di business chiaro e basato su totale indipendenza, massima trasparenza, particolare attenzione alla brand safety e incremento misurabile dei risultati.

Turbo permette ad ogni cliente di raggiungere solo il target desiderato nelle campagne online su web, social, mobile e video, evitando ogni dispersione e aumentando l’efficacia ed il ritorno dell’investimento.

Forti delle importanti esperienze maturate dal founding team in questi anni ci siamo dotati della migliore tecnologia e del miglior team per operare sul mercato italiano attraverso tre principali linee di business:

  • Managed Services: L’offerta dedicata ai maggiori Brand e alle principali Agenzie e caratterizzata dalla gestione di ogni aspetto delle campagne in programmatic e da un approccio consulenziale rispetto alle diverse esigenze di ogni cliente.
  • Self Services : L’offerta ideale per Agenzie indipendenti, start-up, PMI e per chi vuole gestire direttamente le proprie campagne in real time bidding. White Rabbit è l’unica piattaforma disponibile in modalità SaaS sul mercato italiano che garantisce performance, flessibilità e semplicità di utilizzo senza costi fissi o minimi garantiti di spending.
  • Corporate DMP: Sfruttare tutto il potenziale dei dati a disposizone dell’Azienda per migliorare l’efficacia della comunicazione digitale e del consumer insights è la sfida a cui sono chiamati oggi i marketers attraverso l’adozione di Data Management Platform. Turbo assiste le maggiori Brands in tutto il processo, dall’identificazione delle necessità e delle priorità sino allo sviluppo della soluzione più adatta per ogni organizzazione.
Marco-Ferrari-Turbo

Marco Ferrari, Chairman di Turbo

«Il lancio di un’iniziativa come Programmatic Italia è un ulteriore conferma del crescente interesse con cui il mercato italiano guarda al Programmatic Advertising.

Chi come Turbo ha investito sullo sviluppo del primo trading desk italiano indipendente, non può che salutare l’iniziativa con entusiasmo.

Sino a oggi erano solo pubblicazioni estere come AdExchanger.com o ExchangeWire.com ad offrire non solo notizie, ma anche a restituire un “senso”, con un punto di vista profondo e autorevole, a quello che accade.

L’auspicio è che Programmatic Italia possa essere per il nostro mercato quello che questi due esempi di successo rappresentano sul mercato europeo, contribuendo ad una sempre maggior diffusione della automation culture.

Nonostante la fortissima crescita nell’ultimo anno, il Programmatic italiano è infatti ancora nella sua infanzia, se lo paragoniamo ai mercati più evoluti.

Ma che sia un fenomeno irreversibile sul digitale e destinato a coinvolgere presto anche i mezzi off-line è convinzione ormai metabolizzata da tutti gli stakeholders, siano essi publisher o buyers, concessionarie o marketers.

E quindi un grosso in bocca al lupo a Programmatic Italia, con l’augurio che possa contribuire alla crescita di un mercato che per maturare definitivamente ha soprattutto bisogno di informazione, chiarezza e trasparenza».

Il programmatic nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno