Main partner:

Teads amplia l’offerta inRead con una nuova suite di formati Display, interattivi e viewable

Previsti cinque diversi prodotti, Scroller, Canvas, Swing, Slideshow e Carousel, acquistabili sia in programmatic, via private marketplace, sia attraverso managed service, con inventory garantita

di Alessandra La Rosa
12 settembre 2017
teads

La pubblicità Display arriva sull’inRead di Teads.

La società ha annunciato infatti di aver ampliato l’offerta inRead, prima limitata alla pubblicità video, con una nuova suite di prodotti Display, interattivi e viewable. Soluzioni “capaci di generare alti tassi di engagement sulle audience grazie a creatività dinamiche, posizionate nel cuore di un contenuto editoriale”, spiega Teads nella nota con cui comunica la novità, aggiungendo che “con l’inserimento di queste nuove unità display all’interno della sua offerta, Teads è lieta di rappresentare il primo viewable marketplace dell’industry, grazie alla combinazione di inventory video premium e di display advertising, su qualunque dispositivo”.

La nuova suite di prodotti display si compone di formati Scroller, Canvas, Swing, Slideshow e Carousel (qui un video su come funzionano), e va ad arricchire l’offerta inRead con le prime soluzioni display viewable by design, capaci di garantire viewability agli advertiser in un ambiente brand-safe.

“Posizionati all’interno di un contenuto editoriale, i nuovi formati display offrono una user experience superiore rispetto a quella proposta dagli altri prodotti display in circolazione e gli advertiser hanno il vantaggio di poter pagare soltanto quando l’annuncio è effettivamente viewable“, prosegue il comunicato. In media, gli annunci display di Teads vantano un tasso di viewability dell’80%, rispetto al 50% della media di mercato, secondo Moat.

teads-display-Viewable-Suite

Col lancio della nuova offerta display, tra l’altro, per gli inserzionisti sarà ora possibile attivare campagne di “sequential targeting”, sfruttando sia inventory display sia inventory video all’interno della stessa piattaforma, arrivando così a coprire l’intero percorso d’acquisto dei consumatori. Ad esempio, un’azienda di tecnologia consumer potrebbe prevedere una campagna teaser attraverso un formato display, prima di lanciare il prodotto con un video interattivo e di concludere poi con una campagna di retargeting.

Tutti i formati inRead, sia video che display, potranno poi venire arricchiti da elementi interattivi attraverso Teads Studio.

I nuovi formati sono acquistabili sia attraverso managed service, con inventory garantita, sia in programmatic, via private marketplace. Tra le DSP abilitate all’erogazione delle soluzioni ci sono AppNexus, MediaMath, Centro e DoubleClick Bid Manager.

«Le offerte display attualmente disponibili nel mercato, forniscono una user experience povera e tassi di viewability molto bassi. Ecco che abbiamo scorto un’enorme opportunità per trasformare l’ecosistema pubblicitario. La nostra nuova offerta display si sposa perfettamente con l’affermata suite di prodotti video inRead e ci permette di offrire agli advertiser un viewable marketplace che è primo e unico nel suo genere, garantendo esperienze pubblicitarie viewable, brand-safe e fraud-free», commenta il CEO di Teads, Bertrand Quesada.

Diversi gli utilizzatori dei nuovi formati display, tra cui Newsweek Media Group. Questo il commento della VP Programmatic Sales & Partnership Ana Browne: «La nuova suite display di Teads ha notevolmente incrementato le opportunità di monetizzazione per i publisher, avendoci permesso di offrire agli advertiser un’opzione di advertising display viewable, interattiva e premium. Siamo davvero soddisfatti di come Teads abbia continuato ad impegnarsi nel fornire una user experience di livello superiore, definendo un nuovo scenario per la display».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter