Main partner:

S4M cresce nel 2017 e si prepara ad espandere l’organico. Pongan: «Italia secondo mercato in Europa»

A nove mesi dall’apertura nel nostro Paese, la società specializzata in campagne programmatic per dispositivi mobili ha totalizzato oltre 50 clienti. Intervista al Country Manager, Andrea Pongan

di Cosimo Vestito
13 novembre 2017
Pongan-s4m
Andrea Pongan, Country manager per l'Italia di S4M

A nove mesi dall’apertura nel nostro Paese, l’Italia costituisce già uno dei mercati più redditizi per S4M. La società specializzata in programmatic mobile, guidata dal Country Manager, Andrea Pongan, si appresta ad archiviare il 2017 con un fatturato in crescita e un organico raddoppiato, risultati su cui la struttura intende capitalizzare per espandersi ulteriormente e accrescere la sua quota di mercato nel prossimo anno.

Siamo quasi giunti al termine del 2017. Come si chiuderà l’anno per S4M?

«Grazie agli ottimi risultati che stiamo registrando, la società Italia chiuderà il quarto trimestre come secondo mercato in Europa in termini di fatturato. Abbiamo aperto la filiale italiana a marzo e in questi nove mesi abbiamo attivato oltre 50 clienti.

Stiamo per inserire nuove figure professionali, passando da tre a sei persone impiegate, che ci permetteranno di acquisire una maggiore autonomia dalla filiale francese, che rimarrà comunque un importante punto di riferimento. Siamo convinti che questi ingressi ci daranno una spinta maggiore per aumentare il numero degli investitori e per migliorare ancora di più il servizio che siamo soliti dare ai nostri clienti.

Il 2018 sarà un anno molto importante per consolidare la nostra strategia e per accrescere la nostra quota di mercato, sono certo che le novità che presenteremo porteranno un cambiamento radicale nel mercato mobile».

Che tipo di riscontri ha ricevuto la vostra offerta da parte del mercato?

«Le nostre soluzioni hanno suscitato da subito un forte interesse nei grossi investitori che avevano la necessità di pianificare sia campagne brand awareness, sia campagne drive-to-store. Nel primo caso, ci siamo saputi distinguere da altri partner mobile per i formati che abbiamo saputo proporre, formati che vengono realizzati dal nostro team di grafici in esclusiva per i nostri clienti. Nel settore, l’aspetto qualitativo è molto importante e trovo che S4M abbia la capacità di proporre le soluzioni migliori per raggiungere i KPI dei nostri clienti. Faccio riferimento anche al nuovo formato Story, ispirato alle storie di Snapchat e Instagram, che stiamo già utilizzando in Italia con il nostro cliente Suzuki.

Nel secondo caso, quello del drive-to-store, oltre all’aspetto puramente qualitativo, abbiamo proposto un nuovo modello d’acquisto: il Cost per landing page, che prevede il pagamento dell’inserzionista solo se la pagina o app mobile di atterraggio sono visualizzate per almeno un secondo. Un caso di successo in cui è stato pianificato a CPLP è quello del nostro cliente Subway, con cui abbiamo realizzato proprio una campagna drive-to-store dagli ottimi risultati in Francia».

Quest’anno avete stretto degli accordi importanti in ambito misurazione con Factual e Integral Ad Science. Quali sono i vantaggi che S4M trae da queste collaborazioni?

L’utilizzo di partner internazionali come adsquare e Factual ci ha poi permesso di misurare le nostre campagne in modo assolutamente trasparente, facendo registrare un valore aggiunto tangibile che è stato molto apprezzato dai nostri clienti.

Nel dettaglio, l’accordo con Factual, che oggi misura circa 130 milioni di negozi in tutto il mondo, ci permette di effettuare un’analisi del traffico nei punti vendita, il cosiddetto footfall, e di ottimizzare in tempo reale le campagne in termini di visite. Per quanto riguarda la collaborazione con IAS, grazie agli strumenti della società i nostri clienti hanno la facoltà di monitorare all’interno della nostra piattaforma Fusio tutti i parametri di viewability. Essere trasparenti è una delle nostre priorità».

A proposito di trasparenza e misurazioni, avete ricevuto l’accreditamento da parte del Media Rating Council.

«S4M è l’unica società mobile al mondo ad aver ricevuto dall’ente un accreditamento riguardante l’intero user journey, con il fine di garantire ai nostri clienti massima trasparenza per misurare il ritorno sugli investimenti delle loro campagne. Oltre a garantire tassi di viewability del 100% per banner e landing page, assicuriamo ai nostri clienti un traffico privo di bot; infatti, il pannello di controllo della nostra piattaforma permette ad aziende e trading desk di visualizzare dati di visita reali, al netto del traffico non umano».

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter