Main partner:

Programmatic video, il 2016 è l’anno dell’impennata

Negli Stati Uniti, il 60% della spesa complessiva in pubblicità video sarà acquistato e venduto in maniera automatizzata. Solo nel 2015 la quota era del 39%. YouTube tra i motori di questa crescita

di Cosimo Vestito
03 ottobre 2016
programmatic-video-advertising-digital

Quest’anno, il 60% della spesa in pubblicità video negli Stati Uniti sarà transato attraverso i canali programmatici; si tratta di un sostanziale aumento rispetto al 39% di Programmatic video registrato nel 2015.

Sono questi i risultati di un nuovo rapporto di eMarketer sul tema, intitolato “US Programmatic Ad Spending Forecast: Most Mobile Display and Video Ad Dollars to Be Automated by 2018”.

Ad ogni modo, se si considera la pubblicità programmatica nel complesso, la quota video della spesa totale in display negli Stati Uniti è molto più piccola, il 24,5%. Ciò potrebbe essere attribuibile largamente alla limitata offerta di inventario video.

Uno dei principali contributori alla crescita della spesa in Programmatic video è YouTube, che quest’anno, secondo le ultime stime di eMarketer, raccoglierà quasi il 21% dei ricavi pubblicitari da video negli Stati Uniti.

Complessivamente, la spesa nella compravendita automatizzata di spazi sta superando le attese e continuerà a crescere a doppia cifra per i prossimi anni. Quest’anno il Programmatic rappresenterà il 73% di tutta la spesa in display negli Stati Uniti.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter