Main partner:

Ads.txt, il sostegno arriva anche da MediaMath

La società ha annunciato che applicherà lo strumento anti-frodi pubblicitarie elaborato da IAB Tech Lab a tutta la sua piattaforma di acquisto programmatico

di Cosimo Vestito
06 ottobre 2017
mediamath

Anche MediaMath si schiera a favore di Ads.txt. La società ad-tech ha comunicato che applicherà lo strumento anti-frodi pubblicitarie sviluppato da IAB Tech Lab su tutta la sua offerta.

Il rilascio è immediato sul Curated Marketplace della demand-side platform, il circuito di media premium protetto e verificato, entro il quale saranno eseguiti acquisti esclusivamente attraverso passaggi autorizzati dagli editori che hanno installato sul proprio dominio un file Ads.txt. Nei prossimi mesi l’implementazione sarà attiva sull’intera piattaforma.

Il sostegno all’Ads.txt da parte di MediaMath è l’ultimo di una serie manifestazioni di sostegno da parte di importanti operatori dell’industria digitale, tra cui Google e Procter&Gamble. Tuttavia, benché con il tempo lo strumento sia stato perfezionato, sembra che la sua adozione non abbia ancora raggiunto livelli tali da migliorare drasticamente la sicurezza delle transazioni pubblicitarie digitali (leggi l’articolo dedicato).

Le ragioni risiederebbero nella poca importanza attribuita ad Ads.txt dai team tecnologici, nella scarsa informazione sulle tecnologie pubblicitarie all’interno delle aziende e nel timore di alcuni editori di vedere ridotta la domanda di spazi sulle proprie inventory.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter