Main partner:

Google contro la pubblicità ingannevole, rimossi 1,7 miliardi di annunci “tossici”

Il Bad Ads Report 2016 descrive nel dettaglio tutti le misure della società di Mountain View in contrasto ad annunci e operatori che contravvengono alle sue policy. La parola a Scott Spencer, Director of Product Management, Sustainable Ads

di Cosimo Vestito
25 gennaio 2017
google

Con il suo Bad Ads Report, Google rendiconta le azioni intraprese per contrastare inserzioni, siti e operatori ingannevoli in violazione del suo sistema di politiche che regolano le tipologie di annunci consentiti.

«La pubblicità svolge un ruolo fondamentale nell’ecosistema digitale dell’informazione, in quanto può determinarne qualità e accuratezza. Per questo, gli annunci che promuovono prodotti illegali o offerte irrealistiche, inducono con l’inganno le persone a condividere informazioni personali, oppure infettano i dispositivi con software pericolosi sono nocivi per gli utenti e possono compromettere l’esperienza online”, ha dichiarato Scott Spencer, Director of Product Management, Sustainable Ads della società.

Nel 2016, si legge nel documento, Google ha rimosso 1,7 miliardi di annunci che infrangevano le sue policy, una quantità più che raddoppiata rispetto al 2015. Sempre lo scorso anno, Mountain View ha esteso i suoi regolamenti per proteggere ulteriormente i consumatori da offerte fuorvianti o predatorie; in secondo luogo, ha rafforzato le proprie tecnologie così da poter individuare e rimuovere la pubblicità pericolosa ancora più velocemente.

Leggi l’articolo completo su Engage.it.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter