Main partner:

Attribuzione, quali sono i principali ostacoli per i marketer d’azienda?

Lo rivela uno studio di AdRoll, realizzato a livello globale in collaborazione con Econsultancy, che ha interpellato professionisti operanti lato vendita in Europa, Asia Pacifica, Nord America e Australia

di Cosimo Vestito
08 novembre 2017
attribuzione-adroll

Con l’aumento dei potenziali punti di contatto disponibili e le difficoltà legate al tracciamento degli utenti tra canali offline e online, la definizione della customer journey rappresenta il principale ostacolo ad un efficace applicazione di strategie di attribuzione.

Lo si evince da un sondaggio di AdRoll, realizzato a livello globale in collaborazione con Econsultancy, che ha interpellato marketer aziendali e professionisti operanti lato vendita in Europa, Asia Pacifica, Nord America e Australia.

Secondo l’indagine, oltre un terzo (35%) dei rispondenti ha infatti segnalato che è proprio l’identificazione del percorso online del consumatore ad impedire l’attribuzione; lo scorso anno questa quota corrispondeva al 27%.

attribuzione
Un’elaborazione grafica di eMarketer

Dai risultati emerge comunque che se da una parte alcune barriere all’attribuzione stanno scomparendo, altre invece stanno acquisendo maggiore criticità. È il caso dell’azionamento degli insight: il 29% dei marketer lo ha infatti indicato come ostacolo maggiore, mentre nel 2016 questa voce era stata segnalata dal 18% delle persone coinvolte nel sondaggio.

Infine, meno di un terzo dei rispondenti (32%) ha dichiarato che la complessità dei dati è una barriera significativa all’attribuzione; erano quattro su dieci i professionisti ad aver dato questa risposta l’anno scorso.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter