Main partner:

Su Amazon Echo arriva la pubblicità, con i nuovi Sponsored Message

Sulle app terze verranno erogati messaggi adv vocali della durata di 5-16 secondi. I ricavi andranno agli sviluppatori. Tra i primi utilizzatori, ESPN e Wendy’s

di Alessandra La Rosa
16 maggio 2017
amazon-echo-assistenti-digitali

Quando gli assistenti digitali hanno iniziato a diffondersi, grazie a dispositivi come Amazon Echo o Google Home, il mercato ha subito iniziato a chiedersi: “Quando arriverà la pubblicità?”. Ebbene, il momento non ha tardato ad arrivare.

Grazie ad una nuova piattaforma chiamata Sponsored Message, gli utenti di Amazon Echo cominceranno presto a ricevere mesaggi pubblicitari all’interno delle app terze di Alexa (le cosiddette “Skills” dell’assistente digitale di Amazon) come lo streaming musicale o gli aggiornamenti delle notizie.

Dietro la novità c’è VoiceLabs, società di Voice Experience Analytics con cui Amazon ha iniziato da tempo a collaborare per consentire a sviluppatori terzi di realizzare app per il proprio assistente vocale Alexa, e che adesso si sta occupando dell’implementazione degli annunci adv.

Secondo quanto riporta la testata Business Insider, i ricavi degli annunci pubblicitari andranno direttamente agli sviluppatori delle app, anche se (indirettamente) ne trarrà profitto anche Amazon, che “potrebbe utilizzare questa opportunità per vedere se gli utenti di Alexa sono aperti alla pubblicità sulla piattaforma, e poi incorporarla anche sulle sue app proprietarie come le shopping list”.

A spiegare cosa sono gli Sponsored Message è la stessa VoiceLabs in una nota ufficiale: annunci “lunghi dai 6 ai 15 secondi, inseriti all’inizio e al termine delle conversazioni”. Il formato, inoltre, è disegnato per essere una sorta di storia in più parti, che viene via via proposta nel corso della giornata: un utente può sentire la prima parte dell’annuncio la mattina presto, poi la seconda parte quando riutilizza Alexa nel pomeriggio, e infine la terza parte la sera o il giorno successivo.

Ad essere coinvolte dall’arrivo degli annunci, comunque, non saranno molte Skills. Anzi. Attualmente ci sono solo tre categorie di app su Alexa che possono ospitare pubblicità, secondo le regole di Amazon: lo streming radiofonico, lo streaming musicale e le notizie flash, il che equivale a circa 3000 delle 13000 Skills complessive esistenti su Alexa.

Lo Sponsored Message, che potrebbe essere riconducibile a un formato Native Audio, è stato a lungo testato da VoiceLabs, raccogliendo un alto livello di accettazione da parte degli utenti. Tra i suoi primi utilizzatori ci sono la compagnia di assicurazioni Progressive, il fast food Wendy’s e il broadcaster ESPN.

Secondo una recente ricerca di BI Intelligence, attualmente 9 milioni di abitazioni negli Stati Uniti hanno almeno un dispositivo Amazon Echo, e si stima che la cifra arriverà a 16,5 milioni entro il 2022. Proprio pochi giorni fa, Amazon ha presentato Echo Show, la nuova versione del suo speaker, arricchita da uno schermo video: una novità che potrebbe, ulteriormente, aprire le porte a nuove possibilità di monetizzazione pubblicitaria.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter